informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come controllare la rabbia: 3 suggerimenti da mettere in pratica

Commenti disabilitati su Come controllare la rabbia: 3 suggerimenti da mettere in pratica Studiare a Torino

Come controllare la rabbia? Sembra un argomento che esula dal mondo dell’università ma non è così. Spesso la causa primaria degli scatti d’ira è lo stress. Essere studenti universitari genera pressione e la pressione genera stress. Non ti resta che ammettere questa premessa ed iniziare a ragionare sulle soluzioni.

Studiare per un esame, sostenere l’esame stesso, avere un colloquio con un docente: tante sono le situazioni accademiche in cui potresti sentirti a disagio. Non diventare vittima di te stesso. Evita che le incombenze della vita da studente ti trasformino in una pentola pressione pronta a scoppiare. Ci sono dei metodi per riuscirci e questa mini-guida te li vuole proporre.

Ecco 3 trucchi per non avere scatti d’ira. Buona lettura.

Come controllare la rabbia? Devi saperlo fare. Sarebbe piuttosto sconveniente sbottare in aula durante una lezione o, peggio, durante un esame vis à vis con un docente.

Ci sono studi su questo tema ma, soprattutto, ci sono soluzione. Eccone 3 facili da mettere in pratica.

Mantenere la calma

Non stai attraversando un buon momento di vita? Sei spesso nervoso? Ecco come controllare la rabbia.

Azzera le lamentele

Sembra che l’ira spunti fori a sorpresa come lava da un vulcano che erutta ma non è così. Molti psicologi comportamentali, infatti, sostengono che esistono delle cause scatenanti. Una di queste è il caricare il sistema nervoso di stress.

Se ti lamenti troppo, ti fai del male. Alleggerisciti sforzandoti di non avere sempre un motivo per non farti andare le cose. Se ti impegni ad acquisire un punto di vista ottimistico, ne guadagnano i tuoi nervi e la rabbia non farà più improvvisi ed inattesi agguati.

Chiediti sempre perché

Tra i principali nemici della rabbia c’è la razionalità. Se riesci ad attivare la mente, il resto si spegne come un pompiere che arriva in tempo a domare un incipiente incendio.

La tecnica del perché ti impone di domandarti sempre la ragione per cui sei alterato. Scava nella tua mente e cerca tutte le connessioni al problema. Spesso il problema si rivelerà piccolo e la rabbia scemerà. Qualora il problema fosse grande, almeno avresti un quadro completo della situazione.

Impegnati a dire scusa

Se non hai lavorato bene in fase preventiva di controllo della rabbia improvvisa, puoi lavorare i chiave futura. Sistemare un terreno dissestato aiuta a camminare bene la prossima volta che si sta da quelle parti.

Cerca le persone che hanno subito i tuoi danni da scatto d’ira e chiedi scusa. Spiega le ragioni che ti hanno portato a quell’errore (usando la tecnica del perché) e attendi il loro perdono. Questo iter catartico è molto importante e ti mette in condizione di cambiare la tua testa su questo aspetto.

Gestire la rabbia

Quelli che ti abbiamo dato sono 3 consigli su come controllare la rabbia ma la materia è molto più ampia. Ci sono anche piccoli trucchi da affiancare a questi consigli.

Accettare la rabbia

Tra i consigli sulla gestione degli scatti d’ira questo è importante davvero. Devi lavorare sull’accettazione di questo sentimento per darti modo di lavorare anche alla sua soluzione. Se il problema c’è, puoi impegnarti.

Cercare i sintomi dell’ira

Devi conoscere te stesso anche in questi momenti poco piacevoli. Se sai quando sta per scoppiare la bomba, puoi tentare di disinnescarla facendo del bene a te ma anche a chi ti sta vicino.

Scaricare i nervi con lo sport

Essere nervosi all’università è frequente. Non è un’esperienza facile tra esami, colloqui e lezioni su materie nuove che potresti anche non capire. L’attività fisica scarica i nervi e ricarica la testa. Concediti questa “coccola”.

Dormire a sufficienza

Aiutare il corpo ad essere riposato giova. Non solo allo studio, dove la testa fresca assorbe di più, ma anche alle interazioni con gli altri. Non devi pretendere troppo da te stesso, non sovraccaricarti o pagherai dazio.

Fare pausa appena insorge la rabbia

Quando senti che la rabbia cresce, dittelo. Individua il momento di rottura e bloccati poco prima. Come? Facendo una pausa prima di scoppiare. A volte mettere in ordine un tavolino o piegare la biancheria aiuta a spegnere la scintilla e a farti iniziare d nuovo nel modo giusto.

Respira profondamente

Questa dritta su come controllare la rabbia è legata allo yoga. Quando il corpo è sotto pressione, devi lavorare sul diaframma. Prendi un bel respiro e chiudi gli occhi. Scoprirai che tutto sarà passato in un soffio.

*** Non è impossibile scoprire come controllare la rabbia e per questo ti aiutiamo segnalandoti di leggere anche questo nostro articolo su come essere sicuri di sé ***

La gestione di sé è un pregio di cui potrai giovare per tutta la vita. Lo studio, invece, lo devi sfruttare ora.

Ecco perché ti invitiamo ad acquisire tutte le informazioni che ti servono sul tuo percorso dalle news del sito ufficiale dell’università Niccolò Cusano e dagli articoli del nostro blog universitario di Torino.

Attraverso l’apposito form di richiesta di informazioni, infine, ti invitiamo a domandarci quello che no trovi su questi canali ufficiali.