informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Cosa scrivere quando si allega un curriculum? 5 suggerimenti da usare

Commenti disabilitati su Cosa scrivere quando si allega un curriculum? 5 suggerimenti da usare Studiare a Torino

Nella nostra attuale era digitale, è ancora comune per le aziende pubblicizzare i ruoli disponibili online, e richiedere che curriculum e lettere di presentazione vengano inviate direttamente tramite email al responsabile delle assunzioni. Ma come si invia un curriculum via e-mail che sia conciso e si in grado di distinguersi dagli altri?

Per semplificare le cose, abbiamo creato questa semplice guida su come inviare un curriculum via e-mail, indicando anche cosa scrivere nel corpo del testo.

Suggerimenti per inviare il curriculum a un datore di lavoro via e-mail

Qual è dunque il modo migliore per attirare l’attenzione inviando il curriculum via email? La chiave è leggere attentamente l’annuncio di lavoro. Dovrai seguire tutte le istruzioni che il datore di lavoro ti dà sull’invio del tuo curriculum via email, laddove fornite. Se invii il tuo curriculum utilizzando il metodo sbagliato o un formato non corretto, mostrerai una mancanza di attenzione ai dettagli e rischi che la tua candidatura possa essere trascurata.

Il tuo curriculum è nel formato corretto? Devi includere una lettera di presentazione separata o il corpo della tua email può essere la tua lettera di presentazione? Hai bisogno di indicare un oggetto specifico o citare un numero di riferimento del lavoro? Curare questi piccoli dettagli nel modo giusto ti aiuterà a garantire che il tuo curriculum venga esaminato e considerato per il ruolo.

1. Inizia seguendo le istruzioni fornite

La prima cosa che dovresti fare prima di inviare il tuo curriculum è leggere attentamente l’annuncio di lavoro per individuare eventuali istruzioni su come il datore di lavoro vorrebbe che ti candidassi.

Se la descrizione del lavoro ti chiede di inviare un curriculum via e-mail, il datore di lavoro può includere anche informazioni sull’indirizzo e-mail a cui dovresti inviarla, la formattazione della riga dell’oggetto, le domande a cui vogliono che tu risponda nel corpo dell’e-mail, il nome del file e altro.

Segui attentamente queste istruzioni: in caso contrario, potresti rischiare che la tua email venga trascurata. Spesso, i datori di lavoro chiedono di attenersi alle istruzioni in modo anche per verificare il livello di attenzione e precisione del candidato.

2. Includi una presentazione concisa

Presentati, spiega perché stai scrivendo l’e-mail e delinea i documenti che hai allegato.

Se decidi di non voler includere una lettera di presentazione completa, delinea un breve messaggio che riassuma rapidamente il tuo interesse per il lavoro, spiegando quale valore potresti apportare all’azienda, e chiudi con il tuo nome completo e un contatto aggiuntivo (come un numero di telefono e un collegamento al tuo sito web personale).

Molte persone commettono l’errore di incollare semplicemente la loro lettera di presentazione come corpo della loro e-mail, ma questo è in realtà molto sbagliato perché nella maggior parte dei casi, i reclutatori non leggono l’intera lettera di presentazione. Il corpo della tua email sarà molto più efficace se lasciato breve e interessante.

Al contrario, un messaggio scritto frettolosamente e informale può far sì che i datori di lavoro ti vedano come dilettante o pigro. Se non ti prendi nemmeno il tempo per presentarti nella tua luce migliore all’interno della tua domanda di lavoro potrebbero chiedersi quale potrebbe essere il tuo impegno una volta entrato in azienda.

Se il nome del datore di lavoro o del reclutatore è incluso nella descrizione del lavoro, citali per nome nel tuo messaggio. Se non conosci il nome del destinatario, puoi utilizzare un saluto generico come “Gentile responsabile delle assunzioni”.

Chiudi il tuo messaggio con una firma professionale in modo che il lettore possa fare riferimento al tuo nome e alle informazioni di contatto. Può essere una forma semplice, come:

Nome Cognome
Indirizzo e-mail
Numero di telefono

Se ne hai uno, potrebbe anche essere appropriato includere un link al tuo sito web personale.

Prima di allegare tutti i documenti necessari, sottoponi qualsiasi documento a un controllo ortografico e grammaticale e rileggi ogni pezzo per assicurarti che abbia senso. È importante adattare ogni documento al lavoro per cui ti stai candidando, facendo attenzione che non venga citato alcun altro nome relativo a passate domande di lavoro.

Una delle cose più importanti nello scrivere un curriculum e inviarlo via email a un reclutatore è assicurarsi che sia fatto su misura per adattarsi perfettamente al lavoro in questione. Molte persone praticamente accompagnano l’invio del proprio curriculum con informazioni del tutto non pertinenti e, di conseguenza, il proprio curriculum non viene aperto affatto.

3. Usa un indirizzo email professionale

Una delle prime cose che il tuo reclutatore e/o responsabile delle assunzioni vedrà quando invii l’email è l’indirizzo da cui l’hai inviata. Se notano un indirizzo email non professionale potresti avere uno svantaggio nel processo di selezione.

Utilizza invece un indirizzo e-mail professionale composto dal tuo nome e cognome: se il tuo nome completo è già stato preso, prova a utilizzare una combinazione del tuo nome e delle iniziali. Evita di usare soprannomi o numeri, se possibile.

Segui le istruzioni indicate nella descrizione del lavoro relative all’oggetto dell’email. Se non ne viene fornita nessuna, scrivi un oggetto conciso che consenta al destinatario di sapere esattamente di cosa tratta l’e-mail.

4. Allega i file correttamente

Il modo più semplice per inviare il tuo curriculum via email è allegare il file direttamente all’email. Innanzitutto, salva il file del tuo curriculum come formato di file documento Word (.doc, .docx) o PDF (.pdf). Per fare ciò, trova “Salva con nome” nella barra degli strumenti. Dai formati di file disponibili, seleziona Documento Word o PDF. Questi sono i primi due formati desiderati dai potenziali datori di lavoro.

Prestare attenzione quando si rinomina il file che si sta per allegare. Dovrai rendere il nome chiaro, conciso e significativo. Evita nomi generici come “curriculum” e includi il tuo nome.

Evita di utilizzare file estremamente grandi (qualsiasi cosa più grande di 10 MB è troppo grande). Evita anche di salvare il file in un formato diverso da .doc, .docx o PDF. Un file troppo grande o nel formato sbagliato potrebbe distorcere il modo in cui il tuo curriculum appare nella posta in arrivo del destinatario.

Una volta che il tuo file di curriculum è stato salvato nel formato corretto e nominato in modo appropriato, puoi allegarlo all’e-mail.

5. Correggi e invia un’email di prova

Controlla il tuo curriculum, lettera di presentazione e messaggio di posta elettronica per individuare eventuali errori di ortografia, grammatica o formattazione. L’invio di un’e-mail di prova può aiutarti a capire esattamente come apparirà la tua e-mail al destinatario e verificare che tutto funzioni correttamente. Scarica l’allegato dall’e-mail di prova e verifica che sia il file corretto prima di inviare l’e-mail di curriculum finale al responsabile delle assunzioni.

Seguendo le istruzioni fornite nella descrizione, il tuo curriculum avrà le migliori possibilità di raggiungere il destinatario giusto. Se la descrizione non fornisce istruzioni, mantieni il tuo messaggio chiaro, conciso e informativo dalla riga dell’oggetto al testo del corpo e al nome del file.

Credits: [AndreyPopov]/DepositPhotos.com