informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

I 5 migliori libri su Torino da leggere

Stai cercando libri su Torino da leggere per ampliare la tua conoscenza del capoluogo piemontese?

Che tu sia un turista o un residente che vuole saperne di più sulla storia di Torino o sugli gli usi, i costumi e le caratteristiche di questa affascinante città, sei nel posto giusto. In questo articolo, infatti, ti forniremo una vera e propria guida sui libri più belli per centrare questo obiettivo, per scoprire tutto quello che c’è da sapere e cosa vedere a Torino.

Per l’occasione, abbiamo stilato per te una top five dei migliori testi scritti sulla città o comunque di libri ambientati in Piemonte e più precisamente nel torinese.

Vuoi conoscere quelli che abbiamo selezionato e recensito? Molto bene, allora non perdiamo tempo ed andiamo subito a scoprire i cinque migliori libri su Torino. Buona lettura

LEGGI ANCHE – Cosa mangiare a Torino: ecco dove andare se sei uno studente e non solo.

Torino: libri sulla città da leggere

Esiste un’ampia letteratura che racconta la città di Torino, da sempre legata ad una grande tradizione letteraria. Non a caso tra i più grandi scrittori torinesi, di nascita o di adozione, possiamo distinguere alcuni fra i più grandi della storia italiana e non solo: da Edmondo De Amicis a Emilio Salgari, da Italo Calvino a Natalia Ginzburg, da Norberto Bobbio a Cesare Pavese e Primo Levi. Tutte personalità nate, vissute o comunque legate alla città. Fatta questa importante pressa, andiamo a conoscere i cinque testi cha abbiamo scelto. Non una classifica dei libri più belli, ma cinque opere che per noi rappresentano al meglio, ex aequo, la città.

Torino è casa mia

Torino: storia e non solo.  Questo potrebbe essere un immaginario sottotitolo del libro con il quale inaguriamo la nostra rassegna letterario sul capoluogo piemontese.

Torino è casa mia, infatti, è un saggio dello scrittore torinese Giuseppe Culicchia, pubblicato nel 2005. Si tratta di una descrizione della città che, pur spiegando i nomi e la storia dei luoghi e illustrando palazzi e monumenti, è scritta con toni essenzialmente narrativi, in modo scanzonato e disinvolto.

Un misto tra un saggio e un racconto, scritto attraverso una prosa leggera e brevi capitoli, incentrato su una visione ironica, ma anche un po’ nostalgica della città e dei torinesi. Davvero appassionante.

Torino è casa nostra

Proseguiamo la nostra raccolta di libri su Torino con una sorta di sequel del saggio precedente.

Nel 2015, infatti, a dieci anni di distanza dal libro precedente, Culicchia torna in edicola con Torino è casa nostra. Una sorta di rielaborazione della sua precedente “guida”, che questa volta racconta la città come se fosse un appartamento.

L’idea originale è quella in cui ogni capitolo e ogni zona della città corrisponde a una stanza. Un testo che consolida Culicchia tra i migliori autori di libri su Torino.

Le venti giornate di Torino

Titolo completo: “Le venti giornate di Torino. Inchiesta di fine secolo”. Siamo davanti ad un romanzo profetico e distopico degno delle più intrigate storie scritte da Lovecraft, Kafka, Buzzati o Borges. L’autore è invece Giorgio De Maria e il romanzo inizialmente non ricevette il successo sperato. Ma è stato riscoperto e ristampato dopo quarant’anni, prima negli Stati Uniti e ora in Italia.

Il protagonista senza nome, nonché narratore, è un uomo colto e tormentato che ripercorre avvenimenti e ragioni accaduti a  Torino nell’estate di dieci anni prima, ma rimasti senza spiegazione. Al centro di tutto una epidemia di insonnia collettiva e una serie di inspiegabili delitti compiuti con terrificanti modalità: le vittime venivano afferrate per le caviglie da qualcuno dotato di forza fuori dal comune e scaraventate contro i monumenti fino a morire sfracellate.

Torino con carta estraibile

Libri tu Torino, romanzi, ma anche guide sulla città.

Torino con carta estraibile è una delle più complete ad esaustive. Al suo interno trovi tutto ciò che devi assolutamente vedere e una serie di consigli per rendere memorabile la tua visita in città o completa la tua conoscenza di essa. Qui trovi tutto quello che c’è da sapere su:

  1. Zone facili da esplorare
  2. Cartine chiare per orientarsi più facilmente
  3. Passeggiate
  4. Dove e cosa mangiare a Torino
  5. Vita notturna
  6. Shopping

Inoltre sono inclusi tutti i consigli pratici per un viaggio senza intoppi: itinerari per visite brevi, mezzi di trasporto e quanto lasciare di mancia a chi ti serve da bere alla fine di una lunga giornata in giro.

La ragazza di fronte

Potevamo concludere la nostra top 5 di libri su Torino senza uno scrittore di gialli torinese? Certo che no. Ecco perché il nostro ultimo testo consigliato è La ragazza di fronte, di Margherita Oggero.

Protagonisti della trama sono Michele e Marta. Il primo era arrivato a Torino dal Sud da bambino rimaneva incantato dalla bambina che vedeva leggere seduta sul terrazzino di fronte: Marta, appunto. Lei era invece tormentata dai fratelli gemelli e per questo si rifugiava sul balcone per sognare le vite degli altri.

Ora la vita ha rimescolato le carte. Marta è una donna adulta, indipendente e sola. Michele guida i Frecciarossa attraverso l’Italia, e in poche ore solca la penisola per poi rientrare nel suo nuovo appartamento. Ma un giorno accade qualcosa di imprevisto, di quelle che accelerano il corso dell’esistenza, che costringono a uscire dal guscio protettivo che ci costruiamo.

E con questo la guida Unicusano sui libri su Torino è completa. Per scoprire cosa è successo a Marta e Michele o cos’altro riservano gli altri quattro libri, non rimane che leggerli.

Commenti disabilitati su I 5 migliori libri su Torino da leggere Studiare a Torino

Read more

Come si produce energia elettrica? Ecco quello che devi sapere

Come si produce energia elettrica? Si tratta di un tema molto attuale e scottante. Avere competenze sulla produzione di energia elettrica ti mette subito in una fetta di mercato molto ricca e molto ambita. In questo momento storico, infatti, le conoscenze base che sono state valide per anni sono totalmente messe in discussione.

Fino ad oggi il ciclo di produzione energetica passava dalle centrali nucleari e dalle fonti di energia non rinnovabile come petrolio, carbone e gas naturale. Il mutamento degli equilibri geopolitici ha creato la necessità di trovare alternative e chi possiede risposte valide in tal senso ha un grande vantaggio.

Se ti interessano le fonti di energia rinnovabile come l’energia geotermica, idroelettrica, solare ed eolica e vuoi capire come diventare un professionista del settore, ecco una mini-guida che ti spiegherà il ciclo di produzione e i suoi scenari futuri. Buona lettura. Continue Reading

Commenti disabilitati su Come si produce energia elettrica? Ecco quello che devi sapere Studiare a Torino

Read more

Come controllare la rabbia: 3 suggerimenti da mettere in pratica

Come controllare la rabbia? Sembra un argomento che esula dal mondo dell’università ma non è così. Spesso la causa primaria degli scatti d’ira è lo stress. Essere studenti universitari genera pressione e la pressione genera stress. Non ti resta che ammettere questa premessa ed iniziare a ragionare sulle soluzioni.

Studiare per un esame, sostenere l’esame stesso, avere un colloquio con un docente: tante sono le situazioni accademiche in cui potresti sentirti a disagio. Non diventare vittima di te stesso. Evita che le incombenze della vita da studente ti trasformino in una pentola pressione pronta a scoppiare. Ci sono dei metodi per riuscirci e questa mini-guida te li vuole proporre.

Ecco 3 trucchi per non avere scatti d’ira. Buona lettura. Continue Reading

Commenti disabilitati su Come controllare la rabbia: 3 suggerimenti da mettere in pratica Studiare a Torino

Read more

Cosa vedere a Torino: ecco le 5 attrazioni imperdibili

Cosa vedere a Torino? Essere studenti in Piemonte ha i suoi vantaggi e scoprirli significa imparare a gestire il tempo libero all’università. Se sei bravo ad organizzarti le sessioni di studio e gli esami, migliorati imparando anche a darti le giuste pause.

Staccare dai libri non è cosa semplice perché non tutte le attività sono uguali. Ce ne sono alcune troppo distraenti, che stancano il fisico e possono complicare il ritorno allo studio. Andare in discoteca fino a tardi consumando alcolici, per esempio, racchiude tutti questi rischi.

Nell’interesse di tutelare l’integrità della vita da studente all’università, ecco una mini-guida che ti suggerisce 5 cose da non perdere se sei a Torino. Buona lettura e… buona avventura. Continue Reading

Commenti disabilitati su Cosa vedere a Torino: ecco le 5 attrazioni imperdibili Studiare a Torino

Read more

Come usare i social network per lavoro: consigli utili da sfruttare

Come usare i social network per lavoro. Questa non è una domanda ma un punto fermo da cui ragionare. L’evoluzione del mercato del lavoro, infatti, ha ormai messo i social media e i motori di ricerca al centro della comunicazione delle aziende. Chi non accetta questo passaggio è perduto.

Constatare una situazione è un ottimo punto di partenza ma non è l’arrivo. In questo caso l’arrivo è sviluppare business sul web e per riuscirci devi conoscere molto bene i suoi linguaggi e i modi per asservirli alle tue esigenze. Devi cavalcare l’onda.

La buona notizia è che non sei il solo a tentare questa impresa. La cattiva notizia è che, se non ti sbrighi ad acquisire il giusto know-how, rischi di arrivare tardi in un mondo di pionieri. Il senso di questa mini-guida è quello di aiutarti in tal senso. Buona lettura. Continue Reading

Commenti disabilitati su Come usare i social network per lavoro: consigli utili da sfruttare Studiare a Torino

Read more

Che cos’è il diritto internazionale umanitario e cosa regola

Diritto internazionale umanitario? Detto anche DIUM, si tratta della nuova frontiera della Giurisprudenza perché, secondo gli esperti, “è l’insieme delle norme di diritto internazionale che riguarda la protezione delle cosiddette vittime di guerra o vittime dei conflitti armati”. Il tema è molto attuale.

Tra i compiti del DIU si staglia, soprattutto, il dover e voler proteggere le persone che non partecipano o che hanno smesso di partecipare alle azioni di ostilità. I civili, i feriti, i malati, i prigionieri di guerra, gli internati, i naufraghi e il personale sanitario e religioso sono esempi di categorie di persone il cui diritto alla vita deve essere tutelato.

La regola aurea di questo settore è che tutte le parti in conflitto devono sempre trattare le suddette categorie nel rispetto della dignità umana e senza alcuna discriminazione. Ma vediamone di più. Continue Reading

Commenti disabilitati su Che cos’è il diritto internazionale umanitario e cosa regola Studiare a Torino

Read more

Le 5 migliori playlist di Capodanno tutte da ascoltare

Playlist di Capodanno? Questa è l’evoluzione delle compilation anni 80, quando con una cassetta si potevano dire tante cose. Se durante le feste hai voglia di staccare un po’ la spina e ricaricare le batterie per affrontare un nuovo anno di fatiche accademiche, la musica può fare il tuo gioco e cioè può coccolarti quanto ti serve.

Tutto sta nel decidere cosa mettere nelle cuffie per fare vacanze da studente al top. Quali sono gli artisti che vanno al massimo tra i giovani? Quali loro canzoni sono adatte a questo preciso periodo dell’anno? Come compilare i nomi di chi ascolterai nella tua cameretta dove tante emozioni hai vissuto?

Ecco una mini-guida sul tema che ti forniamo nell’intento di insegnarti al meglio la gestione del tempo libero da studente. Buon lettura o forse sarebbe meglio dire… buon ascolto. Continue Reading

Commenti disabilitati su Le 5 migliori playlist di Capodanno tutte da ascoltare Studiare a Torino

Read more

Top film fantascienza: ecco i migliori 10 da vedere assolutamente

Top film fantascienza? A cosa ti serve una classifica così? Se te lo stai chiedendo è perché evidentemente non hai ben chiara l’importanza della gestione del tempo libero da studente. Nell’analisi del corretto processo di apprendimento, infatti, peso notevole ce l’hanno anche i modi attraverso cui risposate la testa tra una sessione di studio e l’altra.

Tra i diversi modi per staccare dallo studio all’università intrattenersi con la visione di un film è ottimale perché porta via la mente dalle righe che stai leggendo ma non esagera nel portare via il corpo. Cioè? Se tu andassi a ballare tutta la notte in discoteca con gli amici, sarebbe senza dubbio bello ma sarebbe anche più complesso per il corpo recuperare in fretta dopo i bagordi.

Più nello specifico, recuperare il tempo di studio volando nello spazio e tra le stelle ha il suo fascino. Ecco una lista di titoli da non bucare. Buona lettura e buona visione. Continue Reading

Commenti disabilitati su Top film fantascienza: ecco i migliori 10 da vedere assolutamente Studiare a Torino

Read more

App contapassi gratis: ecco le 5 da scaricare assolutamente

App contapassi gratis? Si tratta di un’informazione apparentemente slegata alla natura di un blog universitario ma che invece ci sta benissimo perché si tratta di analizzare una corretta gestione del tempo libero dello studente. Stare sui libri conta ma conta farlo con qualità e la qualità passa anche da una buona salute fisica.

Se i nostri avi dicevano “Mens sana in corpore sano”, la regola aurea vale lo stesso per un ventenne che, nell’ottica di ottenere il massimo durante lo studio di un esame, deve capire l’importanza di facilitare l’apprendimento. Stare bene, avere una corretta circolazione sanguigna ed avere una respirazione efficiente ti mette in condizione di lasciare la mente libera solo di apprendere.

Ecco perché, senza spendere soldi e senza iscriverti in palestra, puoi riuscire ad essere sano con queste applicazioni sul fitness. Buona lettura. Continue Reading

Commenti disabilitati su App contapassi gratis: ecco le 5 da scaricare assolutamente Studiare a Torino

Read more

Skills digitali: cosa sono e perché aiutano a trovare lavoro

Skills digitali? Sono essenziali nell’ottica di trovare impiego nel mercato del lavoro moderno perché esiste ancora un gap (enorme) tra una o due generazioni non alfabetizzate digitalmente e i Millenials che, invece, sono “nativi” e cioè sono nati già col computer davanti agli occhi e la tastiera sotto le dita. E’ una zona grigia in cui ci si può infilare… purché tu ne abbia le competenze e sappia come mostrarle.

Il senso di questa mini-guida è proprio illustrarti le caratteristiche delle competenze digitali per mettere a fuoco, con estrema dignità ed onestà, cosa possiedi e cosa ti devi sbrigare ad acquisire per essere appetibile ed appetito. Che strutture ci sono? Quali livelli di lettura? Quali codici di comunicazione?

Se la cosa ti interessa (e non dovrebbe essere altrimenti), non ti resta che investire un po’ di tempo… quello che ti serve per leggere fino alla fine questa mini-guida. Continue Reading

Commenti disabilitati su Skills digitali: cosa sono e perché aiutano a trovare lavoro Studiare a Torino

Read more