informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come diventare avvocato dei diritti umani: studi e possibilità

Commenti disabilitati su Come diventare avvocato dei diritti umani: studi e possibilità Studiare a Torino

Ti stai chiedendo come diventare avvocato dei diritti umani?

Fare l’avvocato in ambito sociale è sempre stato il tuo sogno? Allora non lasciarlo nel cassetto. Grazie ai nostri consigli scoprirai come diventare avvocato: non sarà un percorso facile e solo con grande impegno e dedizione potrai raggiungere il tuo obiettivo. 

Se hai deciso di diventare un avvocato dei diritti umani molto probabilmente hai intrapreso un corso di laurea in giurisprudenza. Purtroppo, nonostante questo sia un passo in avanti fondamentale per intraprendere la tua carriera, non basta per raggiungere il tuo obiettivo. È necessario un mix di studio, formazione e tantissima esperienza.

Ma non preoccuparti: ti offriremo tutti gli spunti necessari. Prenditi qualche minuto, iniziamo.

LEGGI ANCHE – Che cos’è il diritto internazionale umanitario e cosa regola.

L’importanza dei diritti umani 

Prima di spiegarti come diventare avvocato dei diritti umani, è opportuno capire cosa siano i diritti umani, quanto siano fondamentali per il rispetto di ogni persona e da chi vengono tutelati.        

Cosa e quali sono i diritti umani?

Per diritti umani intendiamo quei diritti fondamentali, universali, inviolabili e indisponibili riconosciuti all’uomo in quanto essere umano. Vediamoli nello specifico.

  • Fondamentali:corrispondono ai bisogni vitali, spirituali e materiali della persona. Sono i diritti alle libertà fondamentali civili, politiche, sociali, economiche e culturali;
  • Universali:appartengono ad ogni essere umano in quanto tale, senza distinzione di razza, sesso, religione, lingua, nazione, opinione politica, di luogo di provenienza o di altra condizione;
  • Inviolabili:in quanto a nessun essere umano può esserne privato;
  • Indisponibili:in quanto nessuno può rinunciarvi, nemmeno volontariamente.

Sebbene l’idea di diritto umano si trovi già nell’antichità, è solo dopo la seconda guerra mondiale, nel 1948, che si afferma il concetto odierno di “diritto umano” con l’adozione della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani (DUDU) da parte delle Nazioni Unite, basata su quattro pilastri fondamentali:

  • Dignità, per proteggere i valori di tutti gli individui a prescindere da religione, etnia o sesso;
  • Libertà, che fa riferimento alla libertà e alla sicurezza personale; l’uguaglianza, che sancisce la libera partecipazione politica e pubblica a tutti gli uomini;
  • Fratellanza, che fa riferimento ai diritti economici, sociali e culturali.

Con questa carta si stabilisce l’universalità dei diritti, non più validi solo per i paesi occidentali, ma per tutti i popoli del mondo.

Da questo momento l’ONU entra di diritto nel processo di legittimazione e promozione dei diritti dell’uomo. Inoltre, gli Stati membri del Consiglio d’Europa hanno firmato, il 4 novembre 1950, una convenzione per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali.

La nozione di Diritti umani si è estesa nel tempo grazie a leggi e organismi che sono stati creati, dalle Nazioni Uniti, per sorvegliare e, se necessario, punire le violazioni di questi diritti. Tali organismi sono sotto la direzione dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Diritti Umani. 

Diventare avvocato nel campo dei diritti umani

Cerchiamo di fare chiarezza su come diventare avvocato dei diritti umani. Per poter raggiungere questo obiettivo è necessario seguire un percorso preciso, articolato in differenti step. Vediamoli insieme:

  • Completare gli studi:Il primo passo da compiere è quello di concludere i tuoi studi in Giurisprudenza. Difatti, per poter iniziare la tua carriera è necessario possedere questa laurea;
  • Apprendistato:svolgi un periodo di apprendistato presso uno studio legale, per entrare, da subito e nel miglior modo possibile, nel cuore della professione;
  • Albo:l’iscrizione all’albo degli avvocati è fondamentale per poter esercitare la professione;
  • Cause sui diritti umani: arrivati a questa fase, è necessario fare domanda di lavoro per uno studio di avvocati che affronti cause legate ai diritti umani. 

Se intendi fare l’avvocato, nello specifico l’avvocato per i diritti umani, la tua ambizione ti porterà sicuramente a voler lavorare per le grandi associazioni mondiali.

Tra le organizzazioni non governative più importanti rientrano Amnesty International, il Fondo per la Difesa dei Bambini, il Centro d’Azione per i Diritti Umani, Diritti Umani Senza Frontiere e il Centro Simon Wiesenthal. E ancora Human Rights Watch, Medici Senza Frontiere, l’Istituto Internazionale Di Diritto Umanitario, etc. 

Ma l’ambizione non basta. Infatti, per raggiungere il tuo obiettivo, dovrai studiare molto e aggiornarti costantemente. Fondamentale è seguire un percorso professionale qualificato ed è per questo che vogliamo darti dei consigli per poter fare carriera.

Per prima cosa impara più lingue possibili, necessariamente l’inglese, così da assumere un profilo internazionale. Assicurati di avere tutti i documenti in regola, così da non avere problemi con la burocrazia locale. Stabilisci, fin dal principio, il tuo campo d’azione e approfondiscilo in modo da specializzarti il più possibile. Accresci le tue soft skill e cura il tuo networking, essendo un lavoro basato tipicamente sul contatto con le persone. 

Conclusioni

Il percorso che hai deciso di intraprendere è sicuramente arduo, ma non impossibile ed i risultati saranno sicuramente soddisfacenti sia per te, e per la tua carriera, che per le persone che aiuterai nelle loro battaglie.

Sperando che i nostri consigli su come diventare avvocato dei diritti umani possano averti chiarito le idee sul tuo futuro, non ci resta che augurarti buona fortuna.