informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Quali sono i luoghi migliori per studiare all’aperto a Torino?

Commenti disabilitati su Quali sono i luoghi migliori per studiare all’aperto a Torino? Studiare a Torino

Un numero crescente di ricerche indica gli effetti benefici che l’esposizione all’ambiente naturale ha sulla salute, riducendo lo stress e promuovendo il benessere. La natura non è solo piacevole, ma è indispensabile per la salute fisica e la funzione cognitiva, tanto da portare anche ad un miglior rendimento scolastico.

Se ti sei da poco iscritto all’Università di Torino, cogli l’opportunità di studiare in uno dei tanti parchi verdi che la città mette a disposizione dei cittadini. Potrai preparare gli esami sulle sponde di un fiume, a bordo lago o semplicemente disteso su un prato. A te la scelta!

Parco del Valentino

Lungo le rive del Po, nel quartiere San Salvario, il Parco del Valentino offre un ristoro nel verde molto apprezzato da torinesi e turisti. Con i suoi 421.000 metri quadri è impossibile non trovare un punto appartato dove poter studiare!

Non si tratta però di un parco cittadino come tanti altri: al Parco del Valentino storia e natura hanno un’importanza di primo piano. L’area ospita una flora ricca e diversificata, con una fauna presente sotto forma di diverse specie di uccelli locali.

Nelle vie adornate da statue e fontane, si svolgono annualmente numerose manifestazioni, eventi, iniziative pubbliche e spettacoli di intrattenimento. Nel parco si trovano inoltre alcuni bar e locali dove è possibile fermarsi per bere un caffè o per gustare il famoso aperitivo (o apericena) torinese.

Villa Sartirana, detta anche La Tesoriera

La settecentesca Villa Sartirana ospita un grande parco aperto al pubblico: il Parco della Tesoriera, dove è possibile passeggiare, rilassarsi e studiare in tutta tranquillità, distesi sull’erba o sulle panchine. Questa villa è più comunemente conosciuta con il nome di Villa Tesoriera poiché costruita per il potente tesoriere e consigliere dello Stato Sabaudo Aymo Ferrero di Cocconato.

Il grande valore aggiunto per lo studente sta nel fatto che la villa è destinata a sede della biblioteca civica musicale “Andrea Della Corte”. Studiosi, studenti e appassionati di musica, in particolare di musica classica, trovano in questa biblioteca ricche collezioni di libretti d’opera, di saggistica musicale, dischi e CD e un’interessante sezione di manoscritti e documenti iconografici.

I Murazzi

I Murazzi sono uno dei luoghi di aggregazione giovanile più importanti della città. Lungo gli argini costruiti nel corso del XIX secolo per preservare la città dalle piene del Po, centinaia di giovani si radunano per frequentare i tanti locali della movida, prendere un caffè o studiare sulla sponda del fiume. Qui si svolgono anche eventi estivi e musicali.

Parco della Pellerina

Il più grande parco cittadino della città di Torino è un luogo ameno dove poter studiare accompagnati dal fruscio del vento tra le fronde degli alberi e il cinguettio degli uccelli. Qui potrai studiare sdraiato sulle ampie radure, sulle panchine o sulle sponde del fiume Dora Riparia. Ci sono anche due laghi artificiali, di diverse dimensioni, che ospitano una fauna acquatica molto variegata.

Il parco è molto sfruttato dagli abitanti della città di Torino come luogo di passeggiate e di allenamenti podistici, specialmente nelle giornate festive. Per questo motivo sono presenti strutture sportive, servizi igienici e chioschi.

Parco della Rimembranza, detto anche La Maddalena

Arroccato sulla collina di Torino, a ben 715 metri di altitudine, il Parco della Rimembranza offre un ampio spazio panoramico nel quale poter studiare. Ben 45 km di strade e sentieri pedonali, circondati da 21.000 alberi, lo rendono uno dei parchi più frequentati dai Torinesi.

Sulla parte più alta è collocato il Faro della Vittoria, realizzato per commemorare il decimo anniversario della vittoria dell’Italia nella prima guerra mondiale. Alla base della statua è stato posto uno scritto di Gabriele D’Annunzio a ricordo del primo conflitto mondiale. Dalla vetta dove è posto, ovvero un piazzale ricoperto di ghiaia, si gode un bel panorama sulla città e sulla catena delle Alpi Occidentali.

Parco Colletta

Con i suoi 448.000 m² il Parco Colletta è uno dei più attrezzati della città di Torino. Qui, immerse nella vegetazione, sono presenti una pista ciclo-pedonale di raccordo lungo tutto il percorso, un’area attrezzata per i pic-nic, una zona per lo sport con un campo di pallavolo e uno di calcetto, e l’area giochi. Non mancano dunque posti dove poter studiare in tutta tranquillità. In tutta la zona fluviale a ridosso del Lungodora è rigogliosa l’avifauna.

Se studiare all’aria aperta ti aiuta a massimizzare i profitti, con Unicusano sarai facilitato grazie alla piattaforma e-learning, che ti consente di seguire le lezioni da qualsiasi punto della città in cui potrai connetterti, anche da un parco pubblico!

Credits immagine: Depositphotos/strelok