informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come scrivere il primo capitolo della tesi di laurea

Commenti disabilitati su Come scrivere il primo capitolo della tesi di laurea Studiare a Torino

Il capitolo introduttivo è il biglietto da visita della tua tesi. Scrivere correttamente il primo capitolo è fondamentale in quanto è la prima cosa che l’esaminatore leggerà ed è quindi importante per fare una buona impressione.

Un buon capitolo introduttivo dovrebbe incitare il lettore a leggere il resto della tesi stabilendo il contesto del tuo argomento, la motivazione che muove il tuo lavoro e l’importanza della tua ricerca.

Stabilisci lo scopo della tua ricerca

Prima di prendere in mano la penna, o iniziare a far muovere le dita sulla tastiera, è importante stabilire l’obiettivo della tua tesi. Il primo capitolo deve presentare al lettore la tua ricerca, in particolare la tesi da te sostenuta. Entro la fine del capitolo, è necessario aver dato le risposte alle seguenti domande:

  • Cosa stai ricercando?
  • Perché ne vale la pena?
  • A chi gioverà la tua ricerca?
  • Come intendi dimostrare la tua tesi?

In altre parole, il tuo capitolo introduttivo funge da fondamento logico per la ricerca e dà una breve spiegazione di ciò che verrà dimostrato nel corso degli altri capitoli. In altre parole, questo capitolo deve spiegare il “perché” della tua ricerca.

Come affrontare l’argomento nel primo capitolo?

Puoi scegliere di intitolare il primo capitolo semplicemente “Introduzione” o puoi utilizzare qualcosa di più fantasioso se ne hai voglia, a seconda di quello che prevedono le norme accademiche. Tuttavia, se scegli di utilizzare nomi più creativi, assicurati che siano formali.

Sebbene tu sia già a conoscenza di tutti i dettagli della tua ricerca, devi catturare l’attenzione del lettore partendo da un discorso più ampio. Quando lo fai, è una buona idea presumere che il lettore non sappia nulla del tuo argomento. Pertanto le definizioni che darai devono essere chiarite e spiegate.

Il paragrafo introduttivo deve coinvolgere il lettore con un linguaggio chiaro e conciso che possa essere facilmente compreso e digerito. Solo perché stai scrivendo un articolo accademico, non significa che puoi ignorare i principi di base della scrittura accattivante utilizzati da professionisti del marketing, blogger e giornalisti. Alla fine della giornata, state tutti cercando di vendere un’idea. La tua è semplicemente un’idea di ricerca.

In genere, è buona norma prendere in considerazione questi 5 campi:

  • Argomento e contesto: cosa deve sapere il lettore per comprendere la tesi?
  • Focus e ambito: quale aspetto specifico dell’argomento affronterai?
  • Rilevanza e importanza: come si inserisce la ricerca nel lavoro esistente su questo argomento?
  • Domande e obiettivi: cosa si propone di scoprire la tua tesi e in che modo?
  • Panoramica della struttura: cosa apporta ogni capitolo della dissertazione all’obiettivo generale?

Il pericolo di presentare troppe informazioni troppo presto è che rischierai di confondere il lettore, che farà fatica a capire come le informazioni presentate siano rilevanti e come si relazionano agli scopi e agli obiettivi della tua tesi. L’obiettivo in ogni caso è quello di presentare un contesto sufficiente per situare e dare un senso alle tue domande di ricerca, ma senza sovraccaricare il lettore con informazioni superflue.

Devi quindi vendere la tua idea per presentare l’argomento della tesi, dimostrando i motivi principali per cui la ricerca darà un contributo significativo a livello accademico. Per aggiungere impatto, puoi attingere a ricerche, dati e citazioni autorevoli di organizzazioni governative o autori chiave sull’argomento di studio. Successivamente devi includere le motivazioni personali che ti hanno spinto a scegliere quest’argomento. Questi potrebbero riguardare le tue precedenti ricerche, lavori o esperienze.

Il modo in cui formuli le domande e gli obiettivi della tua ricerca dipenderà dall’argomento scelto, ma dovresti sempre dichiarare chiaramente l’obiettivo centrale della tua ricerca. Puoi menzionare brevemente i metodi di ricerca che hai usato per rispondere alle tue domande, ma se includi un capitolo metodologico separato, non entrare troppo nei dettagli nel primo capitolo. Se la tua tesi mira a presentare delle ipotesi, puoi riassumerle qui, insieme a un quadro concettuale che postula relazioni tra variabili.

Per guidare il tuo lettore attraverso la dissertazione, termina con una panoramica della sua struttura, riassumendo ogni capitolo per mostrare chiaramente come contribuisce ai tuoi obiettivi centrali. È meglio mantenere la panoramica concisa. Normalmente una o due frasi dovrebbero essere sufficienti per descrivere il contenuto di ogni capitolo.

Se la tua ricerca è più complicata o non segue una struttura convenzionale, potresti aver bisogno di un paragrafo introduttivo per ogni capitolo. Ad esempio, una tesi del settore umanistico potrebbe sviluppare un argomento tematicamente piuttosto che dividendo la ricerca in metodi / risultati / discussione. Se la tua struttura non è convenzionale, chiariscine i motivi.

Tieni conto di questi suggerimenti per la stesura del tuo primo capitolo e dovresti essere sulla buona strada per costruire un capitolo introduttivo coinvolgente che getti una solida base per il resto della tua ricerca.