informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come capire se scienze dell’educazione fa per me? Le 5 domande che dovresti porti

Commenti disabilitati su Come capire se scienze dell’educazione fa per me? Le 5 domande che dovresti porti Studiare a Torino

La scelta del percorso universitario è determinante per sapere cosa aspettarsi dal futuro e quale direzione far prendere alla propria carriera.

Essere un educatore è una delle professioni più appaganti al mondo, poiché offre l’opportunità di influenzare i giovani, gli studenti e contribuire a plasmarne il futuro. Ci sono molti buoni motivi per diventare un educatore e il desiderio di ispirare le generazioni future è tra i più importanti. Tuttavia, questo non basta per stabilire se questa professione è adatta a te. Se stai cercando di capire se scienze dell’educazione faccia al caso tuo, chiediti se possiedi le seguenti qualità.

Vuoi fare la differenza?

“Ispirare la prossima generazione” suona come un cliché, ma per gli insegnanti di tutto il mondo è la loro realtà quotidiana. Diventare un educatore offre una gioia inestimabile che nessun’altra professione può darti, poiché ti permette di fare la differenza nel mondo e aiuta a costruire un domani migliore. Andrai a lavorare sapendo che i tuoi studenti dovranno affrontare i problemi del cambiamento climatico, le trasformazioni nella nostra geopolitica e le opportunità dell’intelligenza artificiale e dell’automazione. Ciò significa che è imperativo dotare la nostra generazione più giovane degli strumenti per innovare e guidare in un mondo che cambia. Questa vocazione implica un senso di servizio, poiché gli educatori in genere sentono il bisogno di rendere migliore la vita degli altri e si sentono appagati quando i loro studenti acquisiscono nuove competenze e conoscenze e sviluppano passioni. Devono anche dare l’esempio e influenzare gli studenti ad adottare comportamenti migliori, coltivare valori e trovare il loro potenziale per condurre vite appaganti. Un buon educatore sfrutterà le sue abilità per modellare gli studenti in apprendenti appassionati per tutta la vita.

Ami condividere la conoscenza?

Una carriera nel campo educativo offre l’opportunità di restituire conoscenza alla comunità come nessun’altra professione. Gli insegnanti influenzano le menti dei futuri leader, innovatori e pensatori. Trasmettendo la conoscenza ai giovani studenti, lasciano un impatto duraturo che li formerà a vita. Pertanto, gli insegnanti devono sentire propria questa missione: diversamente i giovani possono percepirne l’indifferenza, con il rischio di avere un impatto negativo sui loro atteggiamenti. La trasmissione delle conoscenze non si limita agli apprendimenti curriculari, ma vanno anche considerate le abilità di vita. Dal momento che gli educatori trascorrono così tanto tempo con i loro studenti, devono trasmettere loro abilità organizzative, conversazionali e di costruzione sociale. Un educatore può insegnare agli studenti come gestire il tempo, risolvere i conflitti, affrontare lo stress e come rimanere concentrati quando necessario. Spesso questo è implicito nella pedagogia di un buon educatore. Gli educatori possono diventare modelli per tutta la vita semplicemente facendo il loro lavoro con passione.

Ti piacciono le nuove esperienze e vuoi imparare ogni giorno?

Lavorare come educatore ti porta a confrontarti con una grande varietà di esperienze. Ogni contesto educativo è diverso e coinvolge giovani con diverse personalità e idee. Poiché non esistono due studenti che rispondono agli stessi stimoli, ciascuna personalità unica ti spingerà ad adattare il tuo stile di insegnamento. Diventare un insegnante ti costringe anche a imparare di più sul tuo campo e sul mondo che ti circonda. Gli studenti fanno costantemente domande, il che porta inevitabilmente gli insegnanti a rafforzare la loro comprensione delle aree di competenza. Dovrai essere in grado di adattarti al cambiamento e impegnarti per uno sviluppo professionale continuo.

Sai gestire un ruolo emotivamente impegnativo?

Resilienza, energia, resistenza e disponibilità ad assumersi la responsabilità. Il ruolo dell’educatore è sia intellettualmente che emotivamente impegnativo. Devi essere in grado di gestire comportamenti problematici, gestire lo stress e adottare un approccio attento e responsabile ai problemi dei tuoi ragazzi. Inoltre, se sei motivato ad avere successo, diventare educatore ti dà l’opportunità di lavorare nei contesti più disparati, grazie alle competenze diversificate che permettono di attuare interventi per alleviare situazioni di disagio psicologico o problemi di sviluppo dell’apprendimento in situazioni scolastiche, comunitarie, ospedaliere. In qualità di educatore potrai lavorare non soltanto in contesti scolastici, ma anche socio sanitari e nei servizi educativi, pubblici e privati.

Ti piace essere un leader?

Gli educatori devono essere fortemente motivati per aiutare i bambini ad apprendere e realizzare il loro potenziale. A tal scopo sono fondamentali doti di leadership, per far sì che studenti e non possano riconoscerti come loro guida educativa. Allo stesso modo, ottime capacità di comunicazione indispensabili quando si tratta di tenere desta la loro attenzione. Devi essere in grado di costruire lezioni avvincenti, ma non si tratta solo dei tuoi studenti; dovrai anche instaurare relazioni con i loro genitori e i tuoi colleghi, incluso il personale docente e di supporto. Avrai anche bisogno di eccellenti capacità di comunicazione scritta, poiché dovrai preparare rapporti e lettere su questioni relative ai progressi dei tuoi alunni.

A questo punto, dobbiamo anche considerare il rovescio della medaglia. Abbiamo visto come possa trattarsi di un lavoro impegnativo, di certo non alla portata di tutti. Se pensi di non avere la pazienza necessaria per lavorare con i bambini e desideri un lavoro che ti permetta di mantenere l’interazione sociale al minimo, probabilmente questa non è la carriera che fa per te. Allo stesso tempo, troverai molte sfide se sei una persona spiccatamente timida e introversa, a corto di pazienza o desiderosa di lavorare in un ambiente altamente competitivo in cui la priorità è realizzare un profitto. Dovresti anche pensarci due volte sull’insegnamento se desideri una professione che rientri in orari di lavoro rigorosamente definiti. Gli educatori tendono a dedicare del tempo al lavoro anche la sera, nei fine settimana e durante le vacanze.

Quando ti chiedi se scienze dell’educazione faccia per te, devi dedicare del  tempo all’auto-riflessione. Per prima cosa, rifletti su quanta pazienza hai perché lavorare in campi educativi ti richiederà di usarla ogni giorno con adulti e bambini. L’insegnamento è sicuramente un lavoro che richiede flessibilità, perché due giorni non saranno mai uguali, così come non esistono persone capaci di comportarti e reagire allo stesso modo. Infine, devi veramente avere passione per il tuo ruolo. Quella passione ti aiuterà a sostenere tutte le sfide professionali che dovrai affrontare.

Credits immagine: depositphotos/michaeljung