informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Studiare scienze dell’educazione a Torino: benefici e possibilità

Vorresti studiare Scienze dell’Educazione a Torino e non sai da dove cominciare? Unicusano ha le risposte che cerchi.

In questa guida ti illustreremo i benefici e le possibilità che si prospettano a chi sceglie di laurearsi in Scienze dell’Educazione nella cosiddetta città dei quattro fiumi.

La scelta del corso di laurea rappresenta per chiunque un momento decisivo. Pertanto è necessario compiere un’attenta valutazione. Tenendo conto non soltanto dell’interesse nei confronti delle materie da studiare, ma anche delle future possibilità di impiego.

L’Università degli Studi Niccolò Cusano è in grado di offrire una proposta didattica d’eccellenza nell’area socio-pedagogica. Presso la Facoltà di Scienze dell’Educazione di Torino è infatti attivo il corso di Laurea Triennale in Scienze dell’Educazione e della Formazione. Un corso di primo livello che mira a fornire ai propri studenti i fondamenti e i metodi delle diverse discipline afferenti all’ambito socio-psico-pedagogico. Nonché le strategie della relazione educativa e gli strumenti di analisi delle dinamiche individuali e di gruppo.

Vediamo insieme quali sono le opportunità e gli sbocchi occupazionali previsti in questo settore.

Continue Reading

Commenti disabilitati su Studiare scienze dell’educazione a Torino: benefici e possibilità Studiare a Torino

Leggi tutto

Le migliori riviste sulla natura da leggere assolutamente

Sei un appassionato del mondo naturale e stai cercando delle riviste sulla natura? Quando ti immergi nel verde ti senti travolto dalla curiosità? Allora questo è l’articolo che fa per te.

Quando pronunciamo la parola “natura” non ci si rendiamo conto di quanto questa contenga al suo interno: natura è l’universo intero considerato nella totalità dei fenomeni e delle forze che in esso si manifestano.

Grazie alle riviste sulla natura puoi esplorare l’ambiente naturale che ti circonda, sapere come si vive in un bosco, come riconoscere un albero, un fungo, un’erba commestibile. Ma anche come utilizzare i prodotti spontanei in cucina, conoscerne le proprietà e i metodi di conservazione e come rendere il tuo balcone un giardino fiorito o un orto.

Se sei un amante della natura ma non hai la possibilità di starle sempre a stretto contatto, le riviste sulla natura possono aiutarti a sentirla più vicina.

Continue Reading

Commenti disabilitati su Le migliori riviste sulla natura da leggere assolutamente Studiare a Torino

Leggi tutto

Studiare psicologia a Torino: opportunità e sbocchi lavorativi

Vorresti studiare psicologia a Torino? Abbiamo una grande notizia per te: grazie all’Università Telematica Unicusano è finalmente possibile conseguire la laurea in psicologia a Torino, riuscendo al contempo a gestire tutti i tuoi impegni, lavorativi e non.

La Facoltà di Psicologia Torino è stata istituita al fine di formare quei professionisti del domani, interessati ad intraprendere lo studio di una disciplina che indaghi i processi mentali e cognitivi degli individui. E che sappiano offrire servizi sociali e assistenziali. In contesti in cui l’intervento psicologico, nonché clinico, è fondamentale.

Inoltre, studiare a Torino ha un ulteriore aspetto positivo. Difatti, durante i corsi di laurea magistrali, Unicusano ha deciso di attivare dei tirocini formativi e/o curriculari, da svolgere all’interno di strutture che si trovano sul territorio piemontese, per formare e preparare gli studenti al mondo del lavoro e gettare le basi per una futura occupazione.

Se vuoi saperne di più, ti consigliamo di prenderti qualche minuto per leggere la nostra guida. Siamo sicuri che non te ne pentirai. Sei pronto? Partiamo.

Continue Reading

Commenti disabilitati su Studiare psicologia a Torino: opportunità e sbocchi lavorativi Studiare a Torino

Leggi tutto

Le migliori App per pagamenti da scaricare ora

Sei alla ricerca di App per pagamenti? In questa guida ti indicheremo le migliori da scaricare assolutamente sul proprio smartphone.

La tecnologia continua a fare passi da gigante, se fino a qualche anno fa era impensabile pure la possibilità di scattare una fotografia con il cellulare, adesso lo si può usare anche per pagare. Puoi acquistare un abito, il libro che volevi da tanto tempo, un paio di scarpe con una semplice app. Trasferire il denaro dal tuo smartphone a quello di qualcun altro. Dimentica scontrini, resti, centesimi, ricevute. Puoi fare acquisti in totale libertà e sicurezza, quando, dove e come vuoi tu.

I metodi per effettuare acquisti e pagamenti in mobilità sono sempre di più. Il Mobile Payment (la modalità di pagamento o trasferimento di denaro per mezzo dello smartphone) è cresciuto a dismisura. Queste App sfruttano le tecnologie NFC, QR code e la geolocalizzazione. Andiamo a conoscerle meglio.

Continue Reading

Commenti disabilitati su Le migliori App per pagamenti da scaricare ora Studiare a Torino

Leggi tutto

I 5 migliori libri sul medioevo da leggere

Hai voglia di perderti nel mistero di un tempo lontano leggendo dei libri sul medioevo? Oggi ti mostreremo i 5 imperdibili libri dedicati a questo affascinante momento storico.

Quello del Medioevo si sa, è un periodo storico attorno al quale ruotano tantissimi racconti, tanto da non sapere, spesso, dove finisce la realtà e inizia la fantasia. Motivo per cui esso è terreno fertile per storie fantasy, quasi sempre ambientate in quei secoli. Chi non si è perso almeno una volta nella vita in fantasie colme di magia e draghi, leggendo di questi secoli sui libri di storia?

Ma torniamo alla realtà. Il medioevo comprende quel periodo che va dalla caduta dell’Impero romano d’Occidente nel 476 alla scoperta dell’America nel 1492 e viene solitamente diviso in alto e basso medioevo. Quelli del medioevo sono stati secoli molto difficili per gli uomini: essi sono infatti stati segnati da lunghi periodi di carestia, pesti, invasioni da parte di popoli barbari, guerre, caccia alle streghe e molto altro.

Continue Reading

Commenti disabilitati su I 5 migliori libri sul medioevo da leggere Studiare a Torino

Leggi tutto

Come scegliere il notebook ideale in 5 passi

Hai bisogno di consigli su come scegliere un notebook e non sai come orientarti tra marche, modelli e caratteristiche tecniche? In questa guida ti spiegheremo come acquistare il miglior notebook in base alle tue esigenze in pochi semplici passi.

La scelta del computer portatile è fondamentale, ma non sempre facile. Sono molti i dubbi che possono assalirti quando ti appresti a scegliere un pc. La prima domanda da porsi quando ci si appresta all’acquisto di un laptop è: “Che budget ho a disposizione?”.

Dopodiché sarà fondamentale capire a cosa ti serve il computer che hai intenzione di acquistare. Solo così potrai avere chiare quelle che sono le specificità tecniche del tuo computer ideale. Una volta che avrai chiari questi aspetti confronta le caratteristiche dei notebook.

Nelle righe che seguono proveremo a rispondere alle tue domande e a sintetizzare gli elementi fondamentali da tenere in considerazione quando ci si trova alle prese con la scelta di un nuovo computer.

Continue Reading

Commenti disabilitati su Come scegliere il notebook ideale in 5 passi Studiare a Torino

Leggi tutto

Che cos’è la sicurezza alimentare: definizione e normative

Hai mai sentito parlare di sicurezza alimentare? Sai che esiste una legislazione alimentareprevista dal Ministero della Salute? 

Il tema in questione è estremamente importante e attuale. Soprattutto perché i consumatori, al giorno d’oggi, manifestano un crescente bisogno di sicurezza alimentare. Sentimento alimentato dalle maggiori possibilità d’informazione sul tema in questione.

Negli ultimi anni abbiamo assistito ad una vera e propria crisi di fiducia, determinata da una serie di eventi negativi, particolarmente risonanti. Come il manifestarsi del “morbo della mucca pazza”. Una malattia pericolosa perché facilmente trasmissibile e dovuta all’impiego, nell’alimentazione dei bovini, di mangimi ricavati da animali precedentemente colpiti dal morbo.

Per risolvere la questione nel più breve tempo possibile, la politica dell’Unione Europea, e dei rispettivi Paesi membri, si è dovuta concentrare sul tema della salubrità e della qualità degli alimenti. Dunque, la sicurezza alimentare è divenuto l’obiettivo primario di molti governi. 

LEGGI ANCHE – Mangiare bene mentre si studia per ottenere bei voti.

Continue Reading

Commenti disabilitati su Che cos’è la sicurezza alimentare: definizione e normative Studiare a Torino

Leggi tutto

Le 5 migliori app per registrare lo schermo del telefono da provare ora

Sei alla ricerca di un’app per registrare lo schermo del telefono? Allora sei nel posto giusto, al momento giusto.

In questo breve articolo ti consigliamo 5 app per registrareil tuo schermo in modo semplice e gratuito. Le app che ti proponiamo possono essere installate sul tuo smartphone così da poter registrare e salvare tutto quello che accade sul tuo dispositivo.

Le app registra schermo possono essere utilizzate per molteplici motivi: ne fanno spesso uso gli Youtuber che desiderano condividere le loro performance ludiche o che vogliono realizzare dei tutorial, ma possono essere utilizzate anche per salvare un filmato che non riesci a scaricare oppure per realizzare un progetto particolarmente creativo.

Tuttavia, va detto che su iOS non avrai la stessa libertà di scelta che si ha su Android, ma non temere: ti offriremo comunque una soluzione.

Continue Reading

Commenti disabilitati su Le 5 migliori app per registrare lo schermo del telefono da provare ora Studiare a Torino

Leggi tutto

Che cos’è e a cosa serve l’indice di solvibilità

Vuoi sapere cos’è e come si calcola l’indice di solvibilità? Che tu sia uno studente di economia, un aspirante intermediario bancario o finanziario o un semplice appassionato di politica finanziaria, ti trovi nel posto giusto.

In questo articolo, infatti, familiarizzeremo con termini come coefficiente solvibilità e solvency ratio o indici di bilancio. Se non ne hai mai sentito parlare non preoccuparti, ti guideremo passo dopo passo.

Vuoi saperne di più? Molto bene, allora non perdiamo tempo e lanciamoci subito alla scoperta di che cos’è e a cosa serve l’indice di solvibilità e come studiarlo.

LEGGI ANCHE – Unicusano? La migliore Facoltà di Economia a Torino.

Solvibilità: tutto quello che c’è da sapere

Nei paragrafi che seguono, andremo dunque a capire insieme cos’è l’indice di solvibilità, come ottenerlo, perché è utile e quali sono gli studi utili nel caso in cui volessi approfondire maggiormente la materia e specializzarti in questo settore. Buona lettura.

Definizione di solvibilità

Per comprendere cos’è l’indice di solvibilità, dobbiamo partire dalle basi. Ovvero dalla definizione stessa di solvibilità.

Per fare ciò, prendiamo come riferimento quanto si legge nell’autorevole Dizionario di Economia e Finanza della Treccani. Ecco come questa fonte spiega il significato del termine:

«Capacità di un debitore (sia esso un’impresa, un intermediario finanziario, uno Stato sovrano, un privato cittadino) di restituire i suoi debiti alla scadenza. Nel caso di un operatore finanziario, la solvibilità è particolarmente cruciale, non solo per l’operatore stesso ma anche per il resto del sistema economico. L’eventuale insolvenza di un grande intermediario può infatti avere effetti a catena su altri agenti, determinando ulteriori insolvenze».

Ecco perché la stessa fonte, in merito a indice di solvibilità assicurazioni e banche, aggiunge anche che:

«Proprio a causa di questo potenziale impatto sistemico, le banche e le assicurazioni sono soggette a requisiti patrimoniali: gli accordi internazionali più recenti, al 2012, in quest’area vanno sotto il nome di ‘Solvency II’ (2009) per quello assicurativo e ‘Basilea III’ (2010) per il settore bancario, imponendo agli intermediari un rapporto minimo tra il patrimonio e il totale delle attività.

Ciò dovrebbe garantire un adeguato margine di solvibilità delle istituzioni coinvolte. Eventuali riduzioni di valore dell’attivo si rifletterebbero, nel bilancio di un intermediario, in una decurtazione del patrimonio: i creditori verrebbero così protetti.

La crisi finanziaria ha messo in evidenza la possibilità che anche uno Stato sovrano possa avere gravi problemi di solvibilità, nonostante la sua capacità di imposizione fiscale: esiste un limite (seppure non facilmente quantificabile a priori) alla eventualità di rinviare la tassazione necessaria per finanziare la spesa pubblica».

Tutto chiaro fin qui? Ottimo, allora andiamo avanti spediti.

Coefficiente di solvibilità e patrimonio di vigilanza

Chiarito il concetto di solvibilità, passiamo adesso all’indice o coefficiente. Come riportato da Wikipedia, citando autorevoli fonti di settore:

«Il coefficiente di solvibilità (solvency ratio) è una misura sintetica del grado di patrimonializzazione di un intermediario bancario o finanziario».

coefficiente solvibilitàMa come si calcola? Esso si ottiene dal rapporto percentuale tra il “patrimonio di vigilanza” dell’intermediario e il totale delle “attività ponderate per il rischio” (risk weighted activities, RWA) che si trovano nel bilancio dell’intermediario stesso a una certa data.

A questo punto, però, ti starai probabilmente chiedendo cos’è il patrimonio di vigilanza numeratore del rapporto. Si tratta di un aggregato contabile che può discostarsi significativamente dal patrimonio netto nella sua accezione civilistica. ad esempio, oltre che capitale di rischio (principalmente capitale apportato da soci e utili accantonati) accoglie anche capitale di debito (cioè fondi che sono apportati da non soci, che sono remunerati in misura più o meno predefinita contrattualmente e che non permangono in via indefinita nell’indice di disponibilità dell’intermediario). Da esso sono inoltre dedotte alcune componenti dell’attivo, come l’avviamento.

Attività ponderate per il rischio

Tra le attività ponderate per il rischio che costituiscono il denominatore del rapporto nell’indice di solvibilità, rientrano le azioni dell’intermediario come:

  1. crediti a clientela
  2. titoli obbligazionari o di stato
  3. crediti nei confronti di altre banche
  4. impegni assunti verso altri soggetti

Un esempio dell’ultimo punto può essere l’impegno contrattuale ad erogare una somma ad un cliente al verificarsi di un certo evento.

Tutte queste attività vengono ponderate in funzione della diversa solvibilità delle controparti dell’intermediario. In parole povere, dall’attitudine a rispettare il proprio impegno contrattuale. Secondo lo schema di Basilea 2.

Come si legge ancora su Wikipedia, inoltre:

«Nell’approccio più semplice, alle attività viene assegnata una ponderazione variabile tra 0% e 150% a seconda del rating di cui gode la controparte dell’intermediario; la ponderazione è del 75% per i crediti al dettaglio (praticamente tutti i crediti verso famiglie e piccole imprese), del 100% per i crediti verso altre controparti prive di rating, del 35% per i mutui erogati per l’acquisto di immobili destinati ad essere abitati o dati in locazione dal mutuatario».

Per concludere il quadro e riassumere come calcolare l’indice di solvibilità, possiamo dire che il livello minimo del coefficiente che deve essere rispettato dagli intermediari è dell’8% e si ricava da: Patrimonio di vigilanza (Pvig)/Attività ponderate per il rischio (APR).

I master Unicusano in ambito economico e finanziario

Se vuoi approfondire ulteriormente il tema relativo all’indice di solvibilità, perché vuoi specializzarti in questo settore, un Master dell’area Economico – Giuridica è ciò che fa decisamente al caso tuo.

Fortunatamente Unicusano rappresenta una vera e propria eccellenza in questo settore. La sua ampia e variegata offerta formativa, infatti, prevedere master universitari come:

  1. Banca e Finanza. Si tratta di un Master di II livello, avente come obiettivo quello di formare figure che abbiano le capacità di fronteggiare le trasformazioni che investono il settore bancario e finanziario;
  2. Economia e diritto dei mercati finanziari. E con questo passiamo ai master di I livello. Se vuoi svolgere l’attività in ambito bancario, assicurativo o dell’intermediazione finanziaria, ma anche per fondi comuni di investimento o pensionistici, soggetti quotati oppure società di revisione e, perché no, Autorità di Vigilanza, questo è uno Master più spendibili in assoluto per coltivare le tue ambizioni;
  3. Data Analyst. Volto a formare una delle figure professionali più richieste in assoluto. Considerata dagli esperti la professione più interessante del secolo. Tra elementi di economia aziendale, tecniche di business intelligence, statistica e analisi dei data, questo Master può fornirti competenze tali da renderti qualificato per un lavoro che determinante per tante professioni;
  4. Redazione del bilancio d’esercizio – Regole civilistiche, principi contabili e disciplina fiscale. In grado di trasmetterti una conoscenza esaustiva della disciplina civilistica del Bilancio d’Esercizio, concentrandosi in particolar modo sui principi contabili nazionali.

Conclusioni

Quelli che ti abbiamo presentato nel paragrafo precedente sono solo alcuni dei corsi che possono avere a che fare con l’indice di solvibilità. Per consultare la lista completa, e visionare le schede complete di ogni singolo corso, ti consigliamo di visitare l’area dedicata alle lauree e ai master del portale Unicusano.it.

E con questo, almeno per il momento, è tutto. La nostra guida sull’indice di solvibilità ora è davvero completa ed esaustiva. Dal significato del termine a come calcolare il coefficiente, per concludere con gli studi di economia e finanza che potrebbero fare al caso tuo.

A questo punto non ci rimane che augurarti buono studio.

Commenti disabilitati su Che cos’è e a cosa serve l’indice di solvibilità Studiare a Torino

Leggi tutto

Università online a Torino: le proposte per la tua formazione

Stai cercando un’Università online a Torino che ti permetta di laurearti lavorando o riuscendo a fare fronte ai tuoi impegni familiari o di qualsiasi altra natura?

Studiare con l’Università pubblica a distanza non è semplice e soprattutto non sempre possibile. Ma non preoccuparti, la soluzione c’è ed è alla portata di tutti.

L’Università per lavoratori a Torino si chiama Unicusano: una vera e propria avanguardia nel mondo accademico. Il tutto grazie all’utilizzo della FAD e del sistema e-learning, attraverso i quali eroghiamo corsi di laurea , master universitari e corsi di perfezionamento fruibili direttamente online. Dando vita a dei percorsi didattici completi e di qualità.

Lo studente deve solo scegliere a quale corso iscriversi e a studiare e viene messo nelle migliori condizioni per apprendere e acquisire le migliori conoscenze e competenze del caso fino ad arrivare ad una meritata laurea.

Vuoi saperne di più? Molto bene, allora non perdiamo tempo ed andiamo subito a scoprire tutto quello che c’è da sapere sull’Università online a Torino.

Università Torino: come studiare online

Nei paragrafi che seguono, andremo dunque a vedere nel dettaglio come funziona l’Università telematica Unicusano e quali sono i principali corsi disponibili previsti nella nostra ampia e variegata offerta formativa. Buona lettura.

E-learning e Fad: cosa sono e come funzionano

I due concetti chiave, che fanno di Unicusano l’Università online a Torino (e non solo) per eccellenza, sono la FAD e l’e-learning. Ma di cosa si tratta esattamente?

Partiamo dalle definizioni dei due termini. Per FAD, innanzitutto, si intende Formazione a distanza e questa è il significato che ne fornisce Wikipedia, facendo a sua volta riferimento a quanto contentuto in “Higher education and the digital revolution: About MOOCs, SPOCs, social media, and the Cookie Monster, Business Horizons” di Kaplan Andreas e Haenlein Michael:

«La formazione a distanza (FAD) è l’insieme delle attività didattiche svolte all’interno di un progetto educativo che prevede la non compresenza di docenti e discenti nello stesso luogo».

La stessa enciclopedia, annovera tra le caratteristiche vantaggiose della formazione a distanza:

  1. Superamento dei limiti posti dall’assenza di un luogo fisico come l’aula tradizionale;
  2. Riduzione dei costi complessivi dell’intervento didattico a regime;
  3. Razionalizzazione dell’intervento del docente con la possibilità di distribuire on-line varie tipologie di documenti e materiali audiovisivi anche interattivi;
  4. Permettere una formazione didattica da parte dei discenti parzialmente on-demand che semplifica la partecipazione ai corsi da parte di studenti lavoratori, anziani o ospedalizzati;
  5. Svincolarsi dal tempo, dallo spazio e dai luoghi di fruizione dell’apprendimento.

Per quanto riguarda invece l’e-learning, prendiamo come punto di riferimento la definizione contenuta nell’Enciclopedia Treccani, che dice:

«Nella tecnologia dell’informazione, complesso di mezzi tecnologici messo a disposizione degli utenti per la distribuzione di contenuti didattici multimediali. L’e-learning si distingue da altri processi di formazione a distanza perché basato su una piattaforma tecnologica, cioè su un sistema informatico che gestisce la distribuzione e la fruizione dei contenuti formativi».

Tutto chiaro fin qui? Molto bene, allora andiamo avanti.

Studiare a distanza con l’e-learning

A questo punto, ti stari probabilmente chiedendo come funziona il sistema e-learning messo a disposizione dalla nostra Università online a Torino.

Innanzitutto, grazie alla piattaforma e-learning, potrai seguire on line tutte le lezioni e rivederle ogni volta che ne sentirai la necessità. Per intero o solo per la parte che ti interessa approfondire o ripassare. Senza alcun limite al numero di visualizzazioni totali consentite.

Potrai usufruire di questo servizio ovunque ti dovessi trovare e a qualsiasi ora del giorno e della notte. Che sia durante una pausa di lavoro, in casa o in vacanza non cambia nulla. L’importante è che tu possa apprendere bene e farlo nel momento della giornata nel quale puoi utilizzare al massimo la tua concentrazione e le tue energie, nel pieno delle tue forze psico-fisiche.

In questo caso, studiare a Torino, Milano, Roma, Palermo o nel resto d’Italia fa poca differenza. Perché l’e-learning abatte le barriere. Se ad esempio ti trovi a viaggiare spesso per lavoro, in qualsiasi città dovessi trovarti non avrai alcun problema ad accedere alla piattaforma e seguire le lezioni online direttamente da lì. Ma non è tutto: sulla tua area personale trovi anche il materiale didattico necessario per studiare le materie di turno.

Un sistema davvero flessibile, ma anche dagli elevati standard di qualità, garantiti dall’alto profilo dei docenti degli esperti di settore che seguono ogni singolo corso.

Laure e master online: l’offerta Unicusano

L’Università online a Torino Niccolò Cusano è attiva con ben sei diverse aree didattiche, all’interno delle quali sono poi stati ideati e organizzati una serie di Corsi di Laurea online, sia triennali che Magistrali, fondati su metodi di apprendimento e di insegnamento all’avanguardia.

Le aree didattiche alle quali facciamo riferimento sono quelle relative ad Economia, Giurisprudenza, Ingegneria, Scienze dell’Educazione – Pedagogia, Psicologia e Scienze Politiche.

Tanti e tutti molto interessanti i master universitari online, in questi e anche in altri settori. Per consultare la lista completa, ti consigliamo di consultare l’area didattica del portale Unicusano.it. E con questo, almeno per il momento, è tutto. La nostra guida sull’Università online a Torino adesso è davvero completa.

Ora tocca a te scegliere il corso che è più nelle tue corde: hai tutte le informazioni utile per fare la scelta migliore. Mentre a noi non rimane che augurarti buono studio.

Commenti disabilitati su Università online a Torino: le proposte per la tua formazione Studiare a Torino

Leggi tutto